Innovazione: luoghi comuni da sfatare

Quando si parla di Innovazione troviamo alcuni luoghi comuni e sensazioni negative che, ormai, non hanno più motivo di esistere

by Redazione ICO HUB

Ogni giorno e sempre di più sentiamo parlare di innovazione. Questa è diventata una parola alla moda e che frequentemente tutti usano ma spesso viene declinata anche in modo negativo perché ci sono dei luoghi comuni radicati che è difficile rimuovere perché oggi le cose sono radicalmente cambiate.

Abbiamo già descritto (in questo articolo) cosa si intende con la parola innovazione. Vediamo ora di segnalare i casi più frequenti e più dannosi che affiancano alla parola” innovazione” situazioni e sensazioni negative che non hanno più motivo di esistere.

L’innovazione è solo di “appartenenza” dei creativi.

L’idea innovativa non nasce solo da chi ha uno spirito creativo ma possono averla tutti, nessuno escluso.

La creatività si sprigiona con l’osservazione di un problema ed appunto con la creazione di una soluzione.

Questo “momento magico” chiunque lo può avere a prescindere dalla mansione e dal ruolo che ricopre all’interno dell’azienda, dalle proprie competenze ed in generale dalla situazione in cui si trova.

Quindi la creatività esce dai settori classici come l’arte figurativa, la musica, la letteratura ecc..

L’innovazione la possono fare solo le grandi aziende

Le grandi aziende sono strutturate con al suo interno centri studi e sviluppo ma l’innovazione è sempre più evidente che si sviluppa meglio in piccole e medie strutture. Si è più agili nello sperimentare la soluzione trovata e si è più veloci nel mettere a punto un prodotto o un servizio innovativo per portarlo nel mercato per sperimentare se riceve consenso dai futuri clienti.

Non solo ma le piccole organizzazioni sono pronte anche a cambiare ed alcune volte anche radicalmente le assunzioni principali che hanno mosso la sperimentazione.

Questa è la parte più significativa che una startup è pronta ad affrontare.

Avere poche idee ma buone.

Nel processo di ricerca e sviluppo mirato a cercare di risolvere un problema non dobbiamo scartare nessuna soluzione ma dobbiamo essere liberi di scatenare la propria creatività. Solo dopo aver espresso e tirato fuori tante possibilità operative possiamo selezionarne alcune che riteniamo le più indicate alla soluzione del problema. 

Lasciamo libera la mente per far emergere le idee. Può accadere che la più “originale, strana e/o stravagante” sia quella più corrispondente alla risoluzione del problema studiato.

L’innovazione costa troppo

Dipende da tanti fattori. L’errore è dato dal fatto che non si valuta quanto valore può portare la soluzione innovativa. Non si costruiscono delle metriche di valutazione del risultato (non solo economico) che può ottenere l’idea innovativa.

L’innovazione porta a fare qualcosa di nuovo e di diverso e per fare ciò dobbiamo sostenere dei costi. Abbiamo anche definito che l’innovazione deve sapersi sostenere da sola generando valore che può essere economico, di processo o di sistema. Valutarne l’impatto è fondamentale. Dobbiamo domandarci non quanto economicamente si rischi ma quanto si rischia se non investo a livello strategico.

Le azioni che portano innovazione ormai non sono più costose in termini monetari, molte volte lo sono in termini culturali perché dobbiamo rompere degli schemi mentali.

Non si è innovativi finché a quando non si fa o si inventa qualcosa di nuovo

L’innovazione può supportare ed adottare una invenzione. L’innovazione molto spesso apporta un miglioramento, una modifica di funzioni o caratteristiche, l’utilizzo ed i modi di fare che riguardano un prodotto o un servizio.

L’innovazione può essere anche una combinazione di diversi fattori che insieme ed in modo considerevole migliorano ciò che esiste già facendo un grande passo in avanti con lo scopo di portare il cliente a preferire quella soluzione a ciò che è già presente nel mercato.

La tua idea non è innovativa perché non è rivoluzionaria

Fare innovazione non vuol dire per forza dover cambiare tutto, essere radicali da cancellare l’esistente. Questo atteggiamento è molto rischioso ed ha valore solo in pochissimi casi eccezionali. Innovare vuol dire cambiare migliorando l’esistente rendendolo adatto alle nuove esigenze del mercato.

Solo noi facciamo innovazione

Non c’è pensiero più sbagliato di questo. Conoscendo e lavorando da anni nel nostro mercato di riferimento crediamo di essere gli unici a poterlo innovare. 

È un pensiero “arrogante” che limita le opportunità che si possono cogliere da chi nel nostro settore innova perché ha saputo cogliere cambiamenti sensibili delle esigenze dei clienti oppure che sta portando una nuova o particolare tecnologia nel nostro comparto di appartenenza.

Esistono moltissimi esempi di aziende che monopolizzavano il mercato e non sapendo cogliere i cambiamenti in corso sono arrivate addirittura al fallimento.

Non investire negli incubatori e nelle startup innovative

Questo vale sia per le grandi aziende ma anche per le piccole e medie. Specie in questi ultimi anni siamo in una fase di cambiamenti e di fermento di iniziative nuove che sfociano nelle aperture di tante startup innovative. Oggi è importante la presenza degli incubatori che formano team che hanno idee innovative e possano trasformarle in progetti imprenditoriali fattibili, sostenibili e scalabili.Sostenendo economicamente e incentivando un incubatore in questo tipo di attività formativa le aziende hanno la possibilità di conoscere e partecipare a nuovi progetti che difficilmente svilupperebbero al loro interno. Il bello e utile è che l’investimento che verrà fatto le porrà in una posizione privilegiata proprio perché saranno le prime a poterne fare parte.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Richiedi informazioni

Ico Hub è un progetto di I Consultant

I Consultant s.r.l.
Via dell’Industria, 10 – 50056
Montelupo Fiorentino (Firenze)
P.Iva 07052810483

Email: info@icohub.it
Tel. 0571.1735642

CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI – QUALITÀ DELLE AZIENDE
I Consultant è ente certificato UNI EN-ISO 9001:2015

I Consultant aderisce al
PROGRAMMA ITALIAN COWORKING VISA